E’ morta Virna Lisi: addio a un’icona di stile senza tempo [FOTO]

E’ morta Virna Lisi: addio a un’icona di stile senza tempo [FOTO]
da in Look Star, Vip Style
Ultimo aggiornamento:

    Virna Lisi è morta all’età di 78 anni nella sua casa di Roma. A darne l’annuncio è stato il figlio Corrado, che ha chiarito che la madre si è spenta nel sonno, a un mese dalla scoperta di una malattia incurabile. Icona di stile senza tempo, la splendida Virna Pieralisi, questo il suo cognome per intero, ha segnato con la sua eleganza e bravura la storia del cinema italiano, recitando in tantissime pellicole e, in particolar modo negli ultimi anni, in numerose fiction televisive. Ha vinto ben sei Nastri d’argento, due David di Donatello e anche un Prix d’interpretation feminine a Cannes. Ripercorriamo passo dopo passo la vita e la filmografia di Virna Lisi.

    Approdata nel mondo del cinema per caso, introdotta dall’amico di famiglia Antonio Ferrigno, Virna Lisi muove i primi passi nel genere amoroso e strappalacrime, ma è con le commedie di Mattioli e nel film Lo Scapolo, dove ha recitato accanto ad Alberto Sordi che dà il meglio di sé. Particolarmente brava e notoriamente molto belle, ricopre anche ruoli drammatici iniziando con la pellicola La donna del giorno di Francesco Maselli. Nel 1957 interpreta in tv Orgoglio e Pregiudizio e l’anno dopo è accanto a Totò e Peppino de Filippo per la commedia Totò, Peppino e le fanatiche. La sua carriera è inarrestabile, tanto da arrivare a lavorare anche in alcuni film francesi, tra cui Eva, Il tulipano nero e Agente Coplan: missione spionaggio. A questo stesso periodo risale l’offerta di essere la Bond girl in 007 con Sean Connery; la rifiuta e in seguito se ne pente mentre intanto la parte va a Daniela Bianchi.

    È bella e ha quello stile senza tempo, che sa tanto di grande diva tanto da essere chiamata a Hollywood, che è in cerca di una degna erede della grande icona Marilyn Monroe. Firma con la Paramount e lavora alla commedia Come uccidere vostra moglie nel 1965, nel quale recita accanto a Jack Lemmon. Il film le regala una grande fama dovuta soprattutto al suo corpo meraviglioso, che è subito etichettato e che la relega al ruolo della ‘bellona’ che Virna rifiuta, insieme al ruolo di Barbarella, che va a Jane Fonda, e a una copertina per Playboy. Rescinde il contratto e torna in Italia rifiutando anche la avances di Frank Sinatra.

    Nel Belpaese continua la sua sfavillante carriera alternando ruoli drammatici ad altri più divertenti e nel 1977 recita in Al di là del bene e del male, grazie al quale ottiene il Nastro d’argento come miglior attrice non protagonista.

    È inarrestabile, torna a lavorare ad Hollywood per La donna giusta e nel 1983 tutti la ricordano per il film Sapore di mare di Carlo Vanzina, per il quale ottiene il David di Donatello e il Nastro d’argento. Per il suo ruolo in La Regina Margot, realizzato in Francia, vince il Premio Cesar e un altro Nastro d’argento. Va dove di porta il cuore le regala ancora grande successo e le apre le porte a un’infinità di altre serie televisive, tra cui Uno di noi, Piccolo mondo antico e Il bello delle donne, e a seguire Caterina e le sue figlie, L’onore e il rispetto e Baciamo le mani.

    La vita privata di Virna Lisi è stata allo stesso modo molto ricca di eventi. Nel 1960 sposa Franco Pesci, il quale è morto nel 2013. Il loro matrimonio dura ben 53 anni. Dalla loro unione nasce nel 1962 Corrado, che regala alla donna tre nipoti.

    677

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Look StarVip Style Ultimo aggiornamento: Giovedì 18/12/2014 15:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI