Crocs: a rischio fallimento per i troppi falsi

da , il

    Le Crocs, con il loro celebre logo del coccodrillo, rischiano l’estinzione. L’azienda che ha lanciato questa scarpa in plastica nel 2002, vendendo in questi anni 100 milioni di shoes, rischia di chiudere per fallimento. Troppi i cloni a basso costo in circolazione sul mercato.

    Gli zoccoli della Crocs non sono belli esteticamente: troppo plasticosi. Ma proprio il loro materiale, assolutamente uno dei piu’ leggeri per quanto riguarda le scarpe, e i colori vivaci delle varie collezioni, avevano reso queste shoes molto appetibili: erano comode per chi doveva stare in piedi o camminare molto e ben presto sono diventate un fenomeno di costume.

    Moltissime le star internazionali che si sono mostrate in pubblico con addosso un paio di Crocs, che dagli zoccoli e’ passata anche a produrre stivali e altri oggetti di design, tutti colorati e tutti molto leggeri.

    L’azienda di Boulder, in Colorado, ha dovuto pero’ fare i conti, fin dall’inizio, con i tanti falsi che circolavano in giro, venduti a prezzi decisamente inferiori. Pensate che ora la Crocs ha una perdita di 185 milioni di dollari, maturata nel 2008, mentre gia’ 2mila lavoratori sono stati mandati a casa. Davvero una situazione difficile, visto che la societa’ ha tre mesi per pagare tutti i debiti.

    Ma forse non tutto e’ perduto: George Clooney ha deciso di intervenire per salvare l’azienda. Comprera’ tutto il pacchetto o diventera’ il testimonial delle Crocs?

    Immagini prese da:

    earthskyknitter.files.wordpress.com www.insidesocal.com thescore.ibj.com.