Compasso d’oro: i premi delle migliori creazioni di design

Compasso d’oro: i premi delle migliori creazioni di design
da in Design, Eventi, In Evidenza
Ultimo aggiornamento:

    Lo scorso mese di giugno si sono tenuti i tanto attesi premi del design del Compasso D’Oro 2008. Qui di seguito, e nella nostra galleria di immagini, potete ammirare le creazioni dei designer che si sono aggiudicati un premio nel concorso edizione 2008.

    Il Compasso d’Oro e’ un premio nato a Milano nel 1954, ad opera dei grandi magazzini La Rinascente, per promuovere il design italiano. In seguito, venne ereditato dall’Associazione per il disegno industriale, l’Adi. In questi lunghissimi anni questo premio ha visionato qualcosa come 27mila creazioni di design, sono stati attribuiti 340 Compassi e 1800 segnalazioni.

    compasso d’oro
    Compasso d’oro

    Nelle edizioni moderne vengono premiate dieci creazioni di design, mentre altri progetti vengono segnalati. Il premio viene assegnato ogni triennio e la scelta dei vincitori e’ davvero molto lunga e faticosa.

    A Torino e’ anche stata dedicata una mostra, che raccoglie le migliori creazioni di design che hanno ottenuto questo ambito premio. E’ stata promossa in occasione di Torino 2008 World Design Capital e si chiama L’Oro del Design.

    L’Oro del Design
    L’Oro del Design

    1. Big, la libreria di Marc Sadler per Caimi Brevetti.
      Questa libreria modulare, realizzata da Marc Sadler per Caimi Brevetti, ha dei montanti in alluminio con sezione a T. I ripiani sono in lamiera, con sagoma brevettata: il bordo frontale e’ alto e gli spigoli hanno un taglio vivo.

      I dettagli sono studiati in modo particolare.

      big libreria
      Big, la libreria di Marc Sadler
    2. Città di Torino, Look of the City Olimpiadi Invernali 2006.
      Questo allestimento, opera di Italo Lupi, Mara Servetto, Ico Migliore e altri collaboratori, e voluto dalla Città di Torino (in particolare dalla Direzione Comunicazione Promozione Turismo), lo abbiamo imparato a conoscere in occasione dei Giochi Olimpici di Torino 2006.

      Questa struttura e’ stata distribuita in tutta la citta’, con varieta’ e modalita’ diverse. Per promuovere l’evento a Torino.
    3. MT3, la poltrona a dondolo, di Ron Arad Associates, per Driade.
      La poltrona a dondolo realizzata da Ron Arad Associates per Driade e’ davvero molto particolare e dal design molto raffinato.
    4. Stand Horm, l’allestimento di Toyo Ito per Horm.
      Anche lo stand di Tokyo Ito per Horm ha ricevuto un riconoscimento, per la sua proprieta’ di saper pensare in un altro modo lo stand fieristico (realizzato in legno e alluminio).

      horm
      Horm
    5. Neos, l’orologio da polso, di Culdesac, per Lorenz.
      Questo orologio da polso realizzato da Culdesac per Lorenz ha una cassa di acciaio, in sei pezzi, realizzato con un effetto scavato.

      neos lorenz
      Neos Lorenz

    6. Mix, l’apparecchio di illuminazione, di Alberto Meda e di Paolo Rizzatto, per Luceplan.
      La Lampada realizzata da Alberto Meda e di Paolo Rizzatto, per Luceplan ha un corpo flessibile e una testa piatta. Funziona con tecnologia Led Chip on Board.
    7. Trioli, la sedia per bambini, di Eero Aarnio, per Magis.
      La sedia per bambini Trioli, di Eero Aarnio, per Magis, fa parte della collezione Me-Too ed e’ una sedia giocattolo multifunzione, che permette tre diverse sedute: bassa, alta, cavallo a dondolo.

      Trioli
      Trioli
    8. Nido, la concept car, di Pininfarina.
      Pininfarina ci propone Nido, una concept car davvero molto particolare, volta alla sicurezza di chi la andra’ ad abitare. Nido, lo dice il nome stesso, protegge l’occupante grazie ad un telaio rigido e ad una cellula anch’essa rigida.

      In caso di urti, soprattutto frontali, permette il minor danno possibile agli occupanti.
    9. R606 Uno, la sedia, di Bartoli Design e Fauciglietti Engineering, per Segis.
      La sedia R6O6 Uno, disegnata da Bartoli Design e Fauciglietti Engineering, per Segis, e’ una seduta rigorosa con materiale soffice.

      segis
      Sedia Segis
    10. Shaka, la barca a vela, di Wally, Lazzarini Pickering Architetti e Farr Yacht Design.
      Infine, abbiamo Shaka, la barca a Vela realizzata da Wally, Lazzarini Pickering Architetti e Farr Yacht Design, con materiali molto leggeri. E’ pensata sia per le crociere sia per le regate, al suo interno e’ realizzata in fibra di carbonio, con attenzione ai colori e ai dettagli.

    Immagini da Repubblica.

    1055

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DesignEventiIn Evidenza
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI