Speciale Natale

Come struccarsi: 6 suggerimenti per farlo nel modo giusto

Come struccarsi: 6 suggerimenti per farlo nel modo giusto
da in Bellezza, Consigli Utili Beauty, Cosmetici
Ultimo aggiornamento: Venerdì 12/08/2016 07:47

    Struccarsi nel modo giusto

    Di sicuro è un gesto automatico che facciamo ogni giorno, ma sapere come struccarsi richiede anche un po’ di esperienza, ecco perché abbiamo pensato di proporvi 6 suggerimenti per farlo nel modo giusto e ottenere non solo una pelle perfettamente pulita, ma anche una pelle rigenerata, pronta ad affrontare sia il riposo notturno sia lo stress della giornata successiva. Ricordiamoci sempre che non struccarsi o farlo male è il modo migliore per danneggiare l’epidermide del viso e far insorgere la tanto odiate rughe!

    Scegliere i giusti prodotti struccanti

    Mai cedere alla facile logica del “uno struccante vale l’altro”, non è assolutamente vero e, così come esistono delle differenziazioni per il tipo di pelle per le creme giorno e notte, esistono anche delle differenze per i prodotti struccanti. Ve ne sono di delicati, sotto forma di latte, mousse, gel, salviette, acqua micellare, insomma la scelta è ampia e il vostro viso si merita dopo lo stress di una giornata il prodotto giusto!

    Usare dischetti struccanti anallergici

    I dischetti struccanti sono ovviamente il prodotto base per chi deve eliminare il make up dal proprio viso: anche la scelta di questi è dunque importante, no ai prodotti troppo economici ma soprattutto non comprovatamente anallergici. Inoltre vanno conservati nelle loro confezioni integre al riparo da polvere e altri batteri: provate ad immaginare di struccarvi ben bene con un dischetto già sporco? No, decisamente impossibile!

    Struccare gli occhi con il bifasico

    Sfatiamo il mito che per struccare gli occhi vada bene lo stesso prodotto che utilizzate per il resto del viso: sugli occhi mettiamo ombretti, eyeliner e, molto spesso, un mascara waterproof! Per questo è importante scegliere uno struccante bifasico studiato apposta per questa zona delicata: i bifasici, infatti, grazie alla loro speciale formulazione consentono di rimuovere anche il make up più ostinato come quello waterproof, garantendo così una pulizia a 360°. Per sapere se state procedendo nel modo giusto potete anche fare il nostro test per sapere come ti strucchi.

    Asciugare il viso con asciugamano pulito

    A volte i consigli più semplici sono quelli a cui non abbiamo mai pensato: se ci siamo appena struccate e ci asciughiamo il viso con un asciugamano non perfettamente pulito rischiamo di riportare sulla faccia alcuni dei batteri e delle impurità già eliminate in precedenza. Ecco perché bisogna fare attenzione a cosa usciamo per asciugare il viso e, eventualmente, ricorrere agli asciugamani monouso e anallergici già diffusi nei centri di bellezza ma accessibili anche ai privati (e poi si risparmia sulla lavatrice!).

    Fare lo scrub al viso

    Dopo aver eseguito alla perfezione tutte le operazione di demaquillage la pelle è perfettamente pulita, ecco perché è il momento migliore per procedere, almeno una volta alla settimana (ma anche due se avete una pelle molto impura) con uno scrub. I pori del viso sono dilatati e pronti per essere purificati in profondità, dunque, con la pelle del viso ancora leggermente umida procedete con lo scrub eseguendo piccoli movimenti circolari ed escludendo le zone delicate del viso, soprattutto il contorno occhi.

    Mettere la crema idratante

    Se hai completato tutto il procedimento di demaquillage nel modo giusto manca solo un ultimo passaggio, ma fondamentale: l’idratazione della pelle che deriva da una corretta applicazione della crema idratante, in questo caso quella della notte. Se hai eseguito tutti i passaggi nel modo corretto la crema non sarà altro che il coronamento di quello che non è solo un obbligo per prenderti cura della tua pelle, ma anche una vera e propria coccola.

    870

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI