Come proteggere i tatuaggi dal sole, consigli utili

Scoprite i nostri consigli utili su come proteggere i tatuaggi dal sole con i prodotti giusti e le dovute accortezze. La crema protezione solare per tatuaggi è un’ottima alleata ma con un tattoo dopo quanto si può prendere il sole o fare le lampade abbronzanti? Ecco tutto quello che c’è da sapere su sole, tatuaggi e abbronzatura.

da , il

    Come proteggere i tatuaggi dal sole? Questa è la domanda che perseguita ogni anno gli amanti dell’inchiostro sulla pelle. Ecco perché abbiamo raccolto per voi alcuni consigli di bellezza per l’estate che vi torneranno utili per proteggere i tattoo e fare in modo che non si rovinino e non perdano di definizione e brillantezza sulla pelle.

    Sunny Side Tattoo Defender

    Sunny Side Tattoo Defender è una tra le migliori creme solari per quanto riguarda la protezione dei tattoo. È la prima specificamente studiata per la protezione dei tatuaggi sotto i raggi del sole ed equivale ad un prodotto con spf 50+. Ha una formula naturale e rispettosa dell’epidermide più sensibile e non contiene zinco o altri metalli.

    Usare una protezione solare alta

    In alternativa ad un prodotto specifico per proteggere i tatuaggi dal sole si può utilizzare anche una

    delle migliori creme solari per pelli chiare purché sia a schermo totale. Vanno benissimo gli stick ad alta protezione che si usano solitamente per le zone particolarmente sensibili come naso e labbra.

    Coprire il tatuaggio al sole

    Se sappiamo di dover stare a lungo sotto il sole e abbiamo dei tatuaggi in zone sensibili o esposte del corpo, come spalle e schiena, è bene coprire il tattoo indossando una t-shirt, meglio se bianca per non attirare i raggi solari. Ovviamente la protezione va applicata ugualmente ma durante una passeggiata il capo di abbigliamento scelto aiuterà a creare una barriera in più.

    Attenzione agli autoabbronzanti

    Anche se fare attenzione ai raggi UV è ovviamente importantissimo c’è un altro tipo di abbronzatura a cui prestare attenzione ed è quella ottenuta grazie ai prodotti autoabbronzanti. Vietato passarli su tatuaggi nuovi perché potrebbero risultare irritanti per la pelle, ma sarebbero da evitare anche su tattoo vecchi in quanto per rimuovere lo strato superiore potrebbe essere necessario un piccolo sfregamento di sicuro non positivo per una pelle tatuata.

    Sciacquare e idratare anche dopo l’esposizione

    Proteggere e preservare il tatuaggio è qualcosa di cui dobbiamo preoccuparci anche dopo l’esposizione al sole. Risciacquare attentamente la pelle da salsedine e sabbia dopo una giornata al mare, o dal cloro della piscina, è infatti importantissimo. Meglio farlo con un sapone neutro e procedere poi ad un’idratazione profonda con un doposole lenitivo che potrebbe essere a base di aloe.