Christian Dior al Paris Haute Couture P/E 2012, foto della sfilata

da , il

    Christian Dior era una delle griffe più attese in questa prima giornata di Paris Haute Couture, la manifestazione parigina dedicata alle grandi collezioni d’alta moda che, in alcuni casi vedremo indossate solo dalle star sui red carpet mentre, per molti altri abiti, questa sarà l’unica occasione per poterli ammirare. La griffe francese, che come ben sapete non ha ancora un vero direttore creativo, ha presentato la sua collezione primavera estate 2012 che, in parte, sembra ricalcare lo stile tipico della maison e del suo ex direttore creativo, l’amato e odiato John Galliano. Scopriamo insieme cosa è stato proposto in passerella.

    Ammettiamolo, riguardo al comportamento John Galliano non è stato propriamente un gentleman, anzi, le sue azioni riprovevoli hanno pregiudicato la sua reputazione e gli auguro che le capsule collection che dovrebbe realizzare per Zara siano la via giusta per tornare in pista. Per quanto riguarda estro e creatività, però, ho sempre ammirato lo stilista di Gibilterra e, non appena ho visto i look di questa sfilata, non ho potuto evitare il confronto con le collezioni couture di Galliano: che il suo braccio destro, Bill Gaytten, stia iniziando ad eguagliare il suo maestro?

    Tutte le collezioni pret a porter realizzate dall’ex braccio destro di Galliano mi hanno sempre un po’ deluso, nessun colpo di scena ed uno stile abbastanza piatto e monotono, ma quando si parla di alta moda lo stilista inglese sembra sapere davvero il fatto suo. Ricordate la stupenda collezione per l’autunno inverno 2012 2013? Sembrava di essere in un teatro colorato e super glamour!

    La collezione primavera estate 2012 della griffe ha dei colori meno appariscenti, tra il nero e il grigio, con abiti con gonne ampie e maestose che giocano con le trasparenze e si ispirano alla moda molto femminile degli anni ’40. Curiose anche le stampe sulle gonne che recitano una frase che sembra, da sola, portare con sè il messaggio dell’intera sfilata “L’eleganza è la giusta combinazione di raffinatezza, spontaneità, attenzione e semplicità“.

    E voi cosa ne dite, Christian Dior bocciata o promossa?