Bianca Balti criticata dalla Mussolini per le sue dichiarazioni

Bianca Balti criticata dalla Mussolini per le sue dichiarazioni
da in Bianca Balti, Donna, In Evidenza, Moda, Modelle, Pubblicità
Ultimo aggiornamento:

    bianca balti nuova testimonial spot tim

    Bianca Balti è una delle modelle più belle ed affermate del momento, una bellezza italica che tutto il mondo ci invidia. Proprio in questo momento di grande successo la celebre modella è stata scelta come testimonial della Tim al posto di Belen Rodriguez, sostituzione che non sembra essere particolarmente gradita ad Alessandra Mussolini che vorrebbe la reintegrazione dell’argentina al posto della Balti a seguito di alcune dichiarazioni fatte dalla modella per il giornale Vanity Fair.

    La bellissima Bianca Balti, modella di indiscussa fama internazionale, è recentemente divenuta il nuovo volto della compagnia telefonica Tim vestendo i panni di una fresca e simpatica Monna Lisa, ruolo che secondo alcune dichiarazioni della deputata del Pdl Alessandra Mussolini dovrebbe presto abbandonare.

    Secondo la Mussolini, infatti, Bianca Balti in un’intervista avrebbe insultato Berlusconi e quindi, in quanto rappresentante del popolo, anche la maggioranza degli italiani. Proprio in tal senso, secondo la vulcanica deputata, la Tim dovrebbe licenziare la modella e reintegrare Belen.

    A scatenare la polemica alcune dichiarazioni rilasciate dalla Balti al settimanale Vanity Fair secondo cui la modella ha affermato: “Tutto il mondo ci prende in giro per Berlusconi.

    All’inizio mi arrabbiavo e rispondevo a chi ci attaccava: senti chi parla, voi avete Bush. Adesso cerco di ragionare e spiego che l’Italia non è solo e tutta Berlusconi“. Dichiarazioni che hanno mandato su tutte le furie la focosa Alessandra Mussolini.

    Io credo che esista la libertà di pensiero che rende ognuno libero di pensare ciò che vuole, purché non si leda la libertà o la dignità altrui. In questo caso la Balti, a mio parere, ha soltanto espresso un suo pensiero che, seppur forte e magari non condiviso da tutti, non rappresenta un insulto come affermato dalla Mussolini e non dovrebbe quindi minimamente aver nulla a che vedere con la posizione lavorativa della modella, differenza di quanto successo con le pesanti affermazioni fatte da John Galliano con il suo conseguente licenziamento da Dior.

    Voi cosa ne pensate?

    394

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Bianca BaltiDonnaIn EvidenzaModaModellePubblicità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI