Beyoncè, la campagna pubblicitaria censurata dagli inglesi

da , il

    La campagna pubblicitaria che ha come protagonista la famosa cantante Beyoncè è stata censurata dagli inglesi. Questa è una notizia che credo non sia sfuggita a nessuno, sbandierata su giornali e tv di mezzo mondo e che ha conseguentemente destato molta curiosità. Io credo che la curiosità, quando è possibile, vada soddisfatta! Ecco quindi il video della campagna pubblicitaria, quello che i tg hanno mostrato solo in minima parte. Io l’ho vista e devo ammettere che, forse anche grazie alla colonna sonora, lo spot è molto sensuale. Secondo voi è da censura?

    Ovviamente è soltanto il mio parere ma non credo sia uno spot particolarmente spinto. Se confrontato con quello che va in onda in tv, dove modelle a seno nudo sono all’ordine del giorno, Beyoncè sembra davvero innocua.

    La cantante infatti indossa un abito. Certo, il vestito è molto scollato e corto e di un bel rosso passionale…ma quanti seni scoperti vediamo aprendo un semplice giornale di gossip acquistabile da chiunque?

    A determinare la censura è stata, forse, la movenza felina e maliziosa di Beyoncè, che si immedesima bene nell’ atmosfera che la campagna vuole ricreare. Il profumo infatti si chiama Heat, che in inglese significa calore. Quale migliore ambasciatrice, allora, di una donna estremamente famosa e bravissima nelle sensuali coreografie dei suoi video? Ovviamente non è paragonabile ad Olivia Palermo che, nella campagna pubblicitaria di Mango, è completamente coperta.

    “Fever”, una canzone degli anni ottanta reinterpretata anche da Madonna, è una colonna sonora davvero perfetta per invogliare le donne che vogliono sentirsi più sensuali a comprare la fragranza.

    Il profumo sarà nelle boutique da febbraio, ma in realtà non era questo che ci interessava…giusto?