Bevi troppo? La macchina non si accende!

da , il

    I giapponesi non sono secondi a nessuno in materia di idee originali quanto bizzarre. La casa automobilistica Nissan, infatti, ha reso noto di voler progettare un’autovettura a “prova di ubriaco”, puntando così ad immettere sul mercato un veicolo in grado di prevenire la piaga degli incidenti stradali, spesso mortali, legati allo stato di ebrezza.

    Più dettagliatamente, la major automobilistica del Sol Levante punta ad implementare, tra le possibili soluzioni, sul sistema di rilevazione dello stato del conducente allo stesso modo di come viene utilizzato il classico “palloncino”: una cannuccia sul lato guidatore collegata ad un sensore che misura il livello etilico. Se i livello è sopra la soglia consentita l’auto non si accenderà!

    Un’altra soluzione, secondo quanto riferiscono alla Nissan, è quella di far accendere la macchina solo dopo che il conducente ha digitato un lungo codice PIN che, in stato di ebrezza, a loro dire, sarebbe complicato quanto difficile ricordare.

    I tecnici della casa nipponica, tra l’altro, puntano non solo a sperimentare ed eventualmente inserire di serie tali sistemi di rilevazione del livello etilico nelle auto di nuova produzione, ma addirittura puntano ad introdurli anche nelle vetture già circolanti. Chi spesso alza il gomito è avvisato …