Baselworld 2010: i gioielli Gucci

da , il

    In occasione del salone mondiale della gioielleria il marchio Gucci ha presentato tre nuove linee di gioielli che coniugano al loro interno design innovativo e grande tradizione orafa artigiana. Le nuove tre linee rispondono ai nomi di Icon, che fa del monogramma di casa Gucci il protagonista del gioiello, Bamboo, che trasforma in preziosi orecchini e bracciali il noto legno che nel tempo è divenuto un simbolo della griffe, e Diamantissima, collezione ispirata alla tela diamantata, altro storico must della maison.

    Il monogramma con la doppia GG accompagna la maison dagli anni ’20, quando è stato inventato per celebrare il fondatore della griffe Guccio Gucci. In questi lunghi anni questo storico logo ha ornato pellami, stoffe, accessori di ogni genre ma anche gioielleria ed è proprio così che nasce la collezione Icon. Questa disponibile in cinque diverse linee, Icon, Icon Stardust , Icon Twirl e le nuove Icon Bold e Icon Coin, comprende gioielli realizzati artigianalmente in oro bianco, giallo o rosa ed, in alcuni casi, ornati con le pietre più preziose quali diamanti bianchi, marroni o neri e zaffiri rosa.

    Anche il legno di bamboo, come già detto, rappresenta uno dei simboli storici della griffe, utilizzato all’inizio per sopperire alla mancanza di materie prime negli anni della guerra si è trasformato in un dettaglio inconfondibile della maison. Già negli anni ’70 era stata realizzata una linea di bracciali in argento, oro o smalto che oggi viene reinterpretata, nella linea Bamboo, in chiave moderna ed impreziosita da diamanti bianchi o marroni.

    Ultima, ma non per pregio, la collezione Diamantissima, che trasporta nel mondo della gioielleria il tradizionale tessuto Gucci, anch’esso nato dall’esigenza di creare con materie prime povere. Oggi riproposta nella gioielleria, questa trama, da vita a monili lussuosi e raffinati che, nella loro eleganza, raccontano la storia della maison sempre a metà tra modernità e tradizione.