L’Atomium di Bruxelles

da , il

    L’Atomium di Bruxelles, costruzione avveniristica alta 102 m e dotata di 9 sfere che rappresenta la struttura dell’atomo, fin dal 1958, anno della sua costruzione, rappresenta la spinta al futuro, l’ideale di una società che scopre l’essenza della materia e ne sfrutta l’energia in modo consapevole e costruttivo.

    E’ il modello atomistico per eccellenza, il simbolo della modernità, dell’equilibrio tra natura e scienza al servizio dell’umanità. Costruito in occasione dell’Esposizione Universale di Bruxelles, è stato fino ad ora visitato da più di quaranta milioni di persone.

    Finalmente, dopo tre anni di ristrutturazione costata 27,5 milioni di Euro, lo scorso 18 febbraio questo celebre monumento è stato riaperto al pubblico arricchito di nuovo prestigio e riconfermandosi importante meta turistica e culturale.

    Dotato di un sistema di recupero dell’energia e alimentato con elettricità “verde”, è una costruzione talmente originale da poter essere considerata un’opera d’arte a tutti gli effetti.

    Grazie al grande lavoro di riqualificazione degli ambienti, ora le sue nove sfere rimesse a nuovo saranno sedi di funzioni specifiche: mostre, concerti, spettacoli, congressi, proiezioni cinematografiche e un’area per l’infanzia dedicata a progetti pedagogici innovativi.

    Vale dunque la pena, se si passa per la capitale belga, visitare questa straordinaria e imponente costruzione che supera e stravolge i canoni architettonici e che dopo quasi sessant’anni riesce ancora ad essere sede privilegiata di architettura d’interni all’avanguardia e installazioni innovative.