Alviero Martini: la cappelliera come borsa

da , il

    cappelliera alviero martini

    La settimana della moda milanese per le collezioni autunno-inverno 2010-2011 è iniziata e per chi, come me, vive in una zona di Milano centrale è sempre un gran disastro potersi spostare a causa dei diversi eventi che si snodano lungo tutto il quadrilatero della moda. Durante questi giorni abbiamo visto, e ancora vedremo, avvicendarsi sulle passerelle le creazioni dei più grandi stilisti conosciuti a livello mondiale, da Elena Mirò che ha aperto le danze di questa kermesse, fino ad arrivare a Carlo Tivoli che invece chiuderà i battenti di questa lunga settimana sfilando con i suoi capi lunedi 1 marzo.

    Oggi, rimanendo in tema fashion week, vi voglio mostrare un accessorio che è stato presentato nel corso della sfilata della collezione autunno-inverno 2010-2011 di Alviero Martini, famosa azienda con sede a Milano nota per le sue stampe geografiche poste su borse, foulard e portafogli.

    L’accessorio di cui vi voglio parlare oggi è davvero particolare perchè trae spunto dal passato, ha infatti un fascino retrò che è rimasto inalterato nel tempo, un tocco vintage, un’aria romantica, chic e molto, molto glamour che solo alcuni oggetti hanno il pregio di avere e dimostare.

    Si tratta di una cappelliera trasformata dalla maison in una capiente e particolare borsa a mano dai colori forti, ma non esageratamente accesi, che spaziano dall’azzuro al giallo, dal viola al verde. Una cappelliera che riprende pienamente il tema della sfilata basato sulla tradizione, sui colori e sulle influenze del folklore scandinavo.

    Un oggetto davvero speciale che piacerà di sicuro a tutte le appassionate di uno stile semplice ma, allo stesso tempo, ricercato ed unico.