AltaRoma: Marella Ferrera per la P/E 2011

da , il

    Per AltaRoma la stilista Marella Ferrera ci porta in un viaggio affascinante che parte dalla gente della Sicilia, patria della designer a lei molto cara, per lanciarsi verso un mondo nuovo e sconosciuto, come fatto dagli emigranti tanti anni fa. A comporre queste collezioni abiti che sono vere e proprie opere d’arte che giocando sapientemente con tessuti esclusivi affascinano fondendo insieme tradizione ed innovazione.

    Per la primavera-estate 2011 l’alta moda di Marella Ferrera portata in passerella per Altaroma non tradisce la fama della celebre stilista creando abiti esclusivi che ricordano vere e proprie sculture in un mix esclusivo di materiali tradizionali e di creazioni innovative.

    Ad aprire la sfilata una evocativa serie di frasi in dialetto che porta il parterre a viaggiare con la mente e a predisporsi verso la visione di abiti in cui materiali poveri come la juta diventano mezzo per dar vita a creazioni raffinate ed esclusive.

    Non mancano pizzi, ricami all’uncinetto e scialli neri, simboli indiscussi della sicilianità di un tempo, che si combinano a tessuti leggeri e raffinati come sete e chiffon impreziositi anche da dettagli gioiello per una donna che si emancipa senza dimenticare le sue radici.

    Abiti preziosi e raffinati che fanno sognare unendo tradizione ed innovazione, ricordi che si trasformano in abiti come una tela tessuta con amore, come ha affermato la stessa stilista dichiarando “Ho ricamato i miei ricordi, li ho vissuti pezzo su pezzo, li ho intagliati come fossero una tela, li ho scuciti per ricomporli ancora… ed ora, indosso il mio abito da sposa“.